Realtà e verità – puntata 2 –

luglio 15, 2018
Posted in BLOG
luglio 15, 2018 admin

Realtà e verità – puntata 2 –

realtà o verità?

Realtà e verità

La percezione limita la nostra vita senza che noi ce ne rendiamo conto.

Immaginate se nasceste, per assurdo, come un treno. Siete un treno.

La vostra vita sarà tutta quanta limitata al 2d, ristretto anche alle sole zone dove passano i binari.

Realtà e verità non è detto coincidano.

Sembra un esempio assurdo ma lo è fino ad un certo punto. La realtà percepita da noi è in 3+1(tempo) dimensioni ma gli scienziati hanno da anni convenuto che la realtà “reale” è formata da un numero di dimensioni molto superiore a 3+1, quindi siamo un treno.

O almeno è come se lo fossimo. Il treno vive la sua vita felice, senza sapere che è stato fortemente limitato in fabbrica e non gli importa nulla di vedere il mondo non coperto da binari o sapere qualcosa sugli altri pianeti.

Lui nemmeno sa che esistono quindi non ne è interessato. Ma se mentre è fermo riesce a comunicare con un’automobile questa gli dirà che il mondo è si in 2d ma i gradi di movimento nel piano sono molto più vari di quelli che il treno percepisce.

Allora la macchina potrà rispondere alle domande che il treno pone su cose che non sa, avendo una percezione limitata.

E se la macchina poi incontra un aereo? Quest’ultimo può spiegargli le meraviglie del 3d e che il mondo nella realtà non è piatto come lei pensa.

Treni, auto ed aerei sono delle creazioni dell’uomo, il quale le ha limitate rendendole adatte ad affrontare soltanto il compito prestabilito.

L’applicazione di un limite è un passaggio fondamentale per poter intuire che, anche se pare assurdo e inconcepibile, il limite ha una ragione ed è funzionale ad uno scopo.

Se ci pensate un attimo il nostro corpo somiglia molto ad una macchina, necessita di energia, è soggetto al deterioramento, un giorno diventerà inservibile ed è limitato. Ha dei limiti sia meccanici che cognitivi che percettivi.

E tutto sommato è vero che, come tutte le macchine, è funzionale ad uno scopo ed i limiti sono applicati artificiosamente proprio per essere adattato allo scopo.

Quindi siamo un treno, o meglio, viviamo dentro un treno. Perchè il corpo ci limita ma è possibile che scesi dal treno (abbandonato il corpo) ritroviamo una percezione più ampia.

Realtà e verità si incrociano solo in alcuni sporadici aspetti e per cercare di capire almeno in parte la verità di quello che ci circonda dovremmo partire con un’analisi critica della realtà percepita.

Continua…

Related Post

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Ok" permetti il loro utilizzo.

Chiudi